4^ regata nazionale Open Skiff, Circolo Vela Arco-28-30 giugno 2019

Strepitosa rimonta dell’arcense Filippo Michelotti negli under 17 che conquista l’argento alle spalle di un bravissimo Nonnis
Tra gli under 13 la spunta Federico Quaranta su Lorenzo Manzotti, mentre anche l’altro atleta del Circolo Vela Arco Riccardo Michelotti  imita il fratello e conquista il podio dopo un'altrettanto bella rimonta 
Sara Murru (U17) e Letizia Canavizzi (U13)  prime nella categoria femminile
 
 
Tre stupende giornate di vento e sole hanno caratterizzato un’edizione davvero impegnative per la quarta regata nazionale Open Skiff organizzata al Circolo Vela Arco con quasi cento timonieri suddivisi nelle due categorie under 13 e under 17. Il vento è stato anche troppo forte per i meno esperti: vele rotte, diverse scuffie, secchiate d’acqua tra le ripide onde sotto la montagna della Ponale; ma per tutti sicuramente una bella e importante esperienza, in acqua così come a terra tra gli amici provenienti da tutta Italia, dalla Sardegna, alla Liguria, dalle Puglia all’Emilia Romagna e via così. 
Nella categoria under 17 meritata vittoria del sardo (LNI Villasimius) Leonardo Nonnis dopo le 10 prove disputate, in testa fin dal primo giorno con un’infilata di primi e secondi, tolti il quarto e il sesto scartati quali prove peggiori così come prevede il regolamento. Protagonista di una insperata, quanto grande rimonta il portacolori del Circolo Vela Arco Filippo Michelotti, che dopo non essere partito nelle prime due regate per rottura dell’attrezzatura non si è fatto scoraggiare, iniziando una vera e propria galoppata verso il secondo gradino del podio, conquistato alla fine del terzo giorno. Grande prova di carattere dunque di Michelotti, che addirittura nell’ultima giornata ha piazzato dopo un quinto, due primi e un secondo, dimostrando che a casa sua, davanti al suo allenatore Pietro Bortolussi e a tutti gli amici del Circolo Vela Arco, il passo e soprattutto la grinta, ce l’ha! Ottima terza assoluta e prima femmina Sara Murru della Lega Navale del Sulcis, sempre rimasta in zona podio assoluto, così come la portacolori del Circolo Vela Arco Beatrice Conti, settima assoluta, che ha sempre mantenuto la seconda posizione della categoria femminile; terza Beatrice Orsetti (LNI S. Benedetto del Tronto). Nella categoria dei più piccoli under 13 per tutta la manifestazione è stata un’alternanza al vertice tra Lorenzo Manzotti (LNI Ancona) e Federico Quaranta (LNI Taranto), che dopo un’ultima giornata praticamente perfetta ha avuto la meglio sull’anconetano, forte dei suoi tre primi e il secondo realizzati domenica. E ancora Michelotti, ma questa volta il fratellino Riccardo-sempre del Circolo Vela Arco-, con le ultime regate di domenica è riuscito a conquistare  il terzo gradino del podio under 13, dopo una rimonta di quattro posizioni, rispetto al primo giorno di gare. L’1-2-2-3 dell’ultima giornata gli hanno così permesso di vedere al collo la medaglia di bronzo e permettere al Circolo vela Arco di conquistare una bella tripletta con i due fratelli Michelotti e Beatrice Conti. La categoria femminile under 13 è stata vinta dalla toscana Canavizzi (CNArgentario), prima fin dal primo giorno; seconda Sofia Cerri (LNI S. Benedetto del Tronto), terza Chiara Sussarello (LNI Sulcis).
LA NOVITA’ DELLA VELA SCUOLA PER OPEN SKIFF PROGETTATA E PROPOSTA DAL CIRCOLO VEL ARCO: L’INTERVISTA AL COACH BORTOLUSSI E AL PROGETTISTA DELL’O’PEN BIC VITALI
Con l’occasione della 4^ Regata nazionale della classe giovanile FIV Open skiff, il Circolo Vela Arco ha presentato ufficialmente la vela scuola creata per la scuola vela dall’istruttore Pietro Bortolussi, in collaborazione con il progettista della barca Daniele Vitali. L’intento di questo nuovo progetto è quello di riuscire ad insegnare vela sull’Open Skiff, anche in condizioni di vento forte, così come ci sono abitualmente sul Garda Trentino. Uno sviluppo per facilitare l’approccio all’Open Skiff a bambini più piccoli, dando la possibilità di conoscere da subito una barca divertente e acrobatica. Il progetto si è sviluppato realizzando la vela con una superficie velica minore, con un abbassamento del centro di spinta per evitare tanto sbandamento  e poter avere un più facile controllo.
Video con spiegazione della vela scuola per Open Skiff: https://youtu.be/hAN8fls2cIM
VIDEO FINAL DAY: https://youtu.be/e1NsvV9CYmg